Sul cammello

Ci sono poche parole di mami e papi che capisco.

Una di queste è “cammello”. Non capisco “Daniele” quando mi chiamano, non capisco “NOOO” quando afferro l’olio e lo agito per tutta la cucina, però “cammello” lo capisco.

Capisco che devo appoggiarmi sulla schiena del papi e tirare il colletto.

Allora lui mi prende per le chiappe e mi solleva, e poi mi porta in giro per la casa sulla schiena.

Non manca molto che anche lui avrà una gobba, credo.

2 Responses to “Sul cammello”

  1. […] Se c’è una cosa che proprio mi piace, è il cammello! […]

  2. […] il cammello, l’astronauta, il cavallo, il camion, il divano con sorpresa, gli […]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.